CHAT

Palazzo Maggi Gambara

Nelle pianure bresciane vengono conservati tesori artistici di inestimabile valore ancora nascosti. L’emblema è il Palazzo Maggi che, da circa cinquecento anni, è inserito in maniera armoniosa nel cuore di Corzano.
Punti di vista
Se si passeggia per le vie e lungo la piazza, restaurata di recente, è possibile ammirare Palazzo Maggi in tutta la sua regala imponenza, anche se la prospettiva migliore è quella che si può vedere dall’interno della corte rurale. Il palazzo è sorretto da colonne giganti che, a loro volta, sorreggono le arcate a doppia altezza; gli stucchi ornamentali rendono più delicato e fine tutto il maniero.

Palazzo Maggi Gambara


Lo stile
Questo palazzo è l’unione tra una dimora signorile ed una struttura fortificata, che ricorda quasi un castello. Negli anni passati, esso ospitava una delle più famose e ricche casate nobiliari del bresciano: la famiglia Maggi che, non badando a spese, riunì a Corzano i migliori pittori, architetti, giardinieri e botanici, per rendere Palazzo Maggi Pidone il più bello di tutta la regione.
I tesori
Tra le meraviglie ed i tesori che si conservano meglio all’interno del palazzo, sono da annoverare i dipinti di Gambara, un vero artista affreschista di Brescia, all’epoca il più famoso, di una bravura straordinaria, che dipinse, all’interno del palazzo, affreschi raffiguranti trofei d’armi ed antichi romani. Anche l’esterno del palazzo è molto curato, è presente un giardino rigoglioso, nel quale è presente tantissima vegetazione. Il palazzo Maggi Pidone è una delle strutture più importanti presenti nel bresciano e, attualmente, è ben visibile da piazza del Foro, a Brescia.

Gli altri utenti hanno votato!
Dai un voto a questo articolo
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *